Polo Chirurgico ad alta tecnologia

Il polo chirurgico San Donato è frutto anche dell'impegno del Calcit di Arezzo, Comitato Autonomo per la lotta contro i tumori, presieduto da Giancarlo Sassoli. L'impegno del Calcit sarà di due milioni di Euro, grazie al finanziamento di Banca Etruria. Il comitato realizzerà  le quattro nuove sale operatorie affidando alla ditta Inso di Montelupo (specializzata nel settore) i lavori chiavi in mano, mentre le apparecchiature medicali saranno fornite dalla ditta Trumph.

"Per noi che da 32 anni sosteniamo progetti legati alla lotta contro tumori" ha detto Sassoli" quella della robotica e del nuovo polo chirurgico è una ulteriore grande sfida alla quale chiamiamo fiduciosi la comunità  aretina a rispondere con generosità . L'acquisto del robot, lo voglio sottolineare, non chiude un progetto, ma anzi apre nuove strade e nuove necessità . Noi intendiamo mettere a disposizione dell'ospedale quanto necessita per le quattro nuove sale operatorie dedicate alla robotica e facciamo sempre appello alla grande generosità  della comunità  aretina.